Luogo: Casa circondariale di Lecce, Italia
Data: Maggio 2018
Committente: Archistart
Tipologia di Progetto: Concorso internazionale di progettazione

Una struttura modulare, interamente prodotta con materiale ligneo, facilmente assemblabile,
trasportabile ed economica da porre all’interno della sala polivalente della casa circondariale di Lecce.
La proposta della parete divisoria Wave, è in grado di dividere lo spazio ma allo stesso tempo creare
una sorta di contatto e dialogo, grazie all’idea di sviluppare una “doppia” parete. Il lato A, è una parete,
destinata ad accogliere, come elemento di interazione tra cittadini e detenuti, messaggi, foto, ricordi,
disegni, oggetti e pensieri; la parete B invece è l’elemento decorativo principale, composto da sottili
mensole in legno disposte orizzontalmente, che ricreano l’idea di un’onda.
Cuore della proposta è il forte richiamo al senso di libertà ed eternità che la sola distesa infinita del
mare riesce a dare, a suscitare; l’elemento acqua che viene interpretato attraverso l’onda come suo
strumento di massima dinamicità, in grado di “liberare” una forza e un’energia senza paragoni.