Luogo: Essaouira, Marocco
Data: Giugno 2017
Committente: Timesis, Timesis Afrique
Tipologia di Progetto: Affidamento di incarico, redazione progetto preliminare di un villaggio agrituristico

C-Farm nasce dall’idea di realizzare un albergo diffuso senza intervenire in maniera invasiva sul territorio. Il senso di libertà che offre quest’area ci ha portato ad “osare” nella ricerca di una soluzione originale, alternativa ai tradizionali bungalow, casette in legno, etc.
Le nostre attenzioni si sono rivolte ai container, proponendo una soluzione che riutilizza uno dei contenitori più usati al mondo per il trasporto delle merci. In fase progettuale, grande cura è stata data alla sostenibilità dei materiali scelti e all’efficienza energetica. Il tutto è stato studiato in modo da risultare compatto ed unico, sfruttando tutti i vantaggi che questa soluzione offre: dalla modularità alla velocità di assemblaggio, dalla struttura portante fortemente resistente alla facile reperibilità.
Il “modulo tipo” è stato studiato accuratamente sia internamente che esternamente, per ricavarne la massima funzionalità degli spazi, che sono stati arredati con eleganza e sobrietà, rispettando al tempo stesso il paesaggio e l’ambiente circostante. Allo stesso modo anche l’involucro esterno segue le tonalità cromatiche del territorio circostante. Sembra infatti non esistere discontinuità tra le unità-container ed il paesaggio stesso. Tuttavia il nostro sguardo è rivolto anche al futuro, questa soluzione ci ha permesso di ridurre il consumo di suolo quasi a zero. Pensare anche oltre i 40 anni della concessione è un aspetto al quale si è voluto dare molta importanza, la possibilità di ripristinare i luoghi come in origine è parte integrante del progetto. Il riuso dei container marittimi a scopo abitativo è un chiaro esempio di architettura sostenibile e reversibile mediante il riuso di elementi già esistenti.
Reversibilità e sostenibilità, saranno le parole chiave del nostro progetto.